informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le 5 idee per l’abbigliamento per un esame

Commenti disabilitati su Le 5 idee per l’abbigliamento per un esame Studiare a Livorno

Se sei uno studente universitario alle prime armi, sicuramente ti starai chiedendo qual è l’abbigliamento per un esame che sia adatto all’occasione.

Certo, un outfit impeccabile non ti permetterà, da solo, di superare a pieni voti l’esame, ma aiuterà gli altri a farsi un’idea di te come di uno studente modello. In questa mini guida dell’Università telematica Niccolò Cusano di Livorno troverai allora suggerimenti utili per un look da esame.

Nell’esprimere una votazione alla fine di un esame si dovrebbe giudicare solo la preparazione dello studente. In realtà, però, all’Università esistono regole non scritte, convenzioni ed etichette riguardanti abbigliamento e look che fungono da parziale metro di valutazione.

Si giudica (anche) dalle apparenze, al contrario di quello che sostiene un illuminante proverbio. C’è da dire, comunque, che il tessuto universitario tollera stili e mode durante le lezioni, richiedendo un abbigliamento in linea con la serietà della situazione solamente in due occasioni: le sessioni d’esame e la discussione della tesi di laurea.

È un compromesso accettabile, oltre che una questione di rispetto per l’ambiente accademico. In un contesto del genere, che piaccia oppure no, l’abito aiuta a fare il monaco (sempre che questi abbia studiato a sufficienza, tanto da meritarsi “i voti”).

Un outfit decoroso, quindi, facilita il compito nel dare la giusta immagine di sé. Diversamente, optare per look azzardati potrebbe risultare svantaggioso, vanificando ore e ore di studio.

Abbigliamento per un esame: il dress code per lui e per lei

abbigliamento università

Se sei uno/a studente che si è iscritto/a da poco all’Università, avrai un’età compresa – nella maggior parte dei casi – tra i 18 e i 20 anni. Giovanissimo, quindi, con tutto quello che ne consegue in fatto di mode seguite e gusti per l’abbigliamento.

Il consiglio generale è di mettere da parte eccessi e look da discoteca (una raccomandazione, questa, valida per entrambi i sessi). Come abbigliamento per un esame, è sufficiente fare sfoggio di un minimo di sobrietà ed eleganza.

Puoi indossare anche abiti che ti facciano stare comodo/a, il che è fondamentale in una giornata che solitamente, causa elevato numero di iscritti all’esame, si preannuncia assai lunga e snervante.

Come avrai intuito, presentarsi all’esame in maniera sobria ed elegante rappresenta già una prima prova di maturità e intelligenza. Ha la sua importanza come lo ha il saper parlare in pubblico, rivolgendosi al professore, senza cedere all’ansia.

Ma, allora, come vestirsi per un esame? Prima di entrare nel dettaglio con 5 suggerimenti per il dress code da esame, ecco qualche consiglio generale per non sbagliare:

  • se sei un ragazzo, va bene indossare un paio di jeans, basta che non siano strappati, oppure un paio di chinos (meglio se di tonalità scura); la camicia è un must, ma è adatta anche la polo; un maglione sobrio è l’ideale nei periodi più freddi mentre per le scarpe è indifferente indossare sneakers o stivaletti; infine una pettinatura sobria a completare il look.
  • Se sei una ragazza, invece, ti consigliamo un trucco (ma senza esagerare) il più naturale possibile, evitando make up troppo forti e pettinatura eccessive; adatti per l’occasione sono jeans, pantaloni classici e abiti sobri, a cui abbinare ballerine, sneaker o sandali bassi o dal tacco medio.

Qualche indicazione generica non è sufficiente? Vuoi saperne di più? Nessun problema, andiamo alla scoperta del look universitario perfetto per presentarsi ad un esame con 5 proposte valide per lui e per lei.

Look n. 1

La prima proposta, se sei uno studente, prende ispirazione da Cambridge: un pantalone classico, di tonalità blu notte, una camicia bianca (rigorosamente dentro il pantalone) e un paio di stringate ai piedi. Niente giacca, troppo formale, meglio un maglioncino in tinta. Un taglio curato che dona un aspetto acqua e sapone a completare il look. È il classico dress code da studente modello, resta da vedere se la tua preparazione sarà in linea con le apparenze.

Look n. 2

La seconda proposta, se sei una studentessa, prevede un paio di jeans chiari, senza strappi, un maglione color pastello (se è in corso la sessione invernale di esami) oppure una camicetta semplice. Come scarpa ti consigliamo una ballerina, anche se non è il massimo dello stile, oppure un décolleté dal tacco largo e basso, niente di vistoso insomma. Ai piedi vanno bene, comunque, anche un paio di scarpe da ginnastica semplici e ben allacciate.

Look n. 3

Per la terza proposta si va decisamente sul casual, ma senza perdere mai di vista la sobrietà. Per te che sei uno studente, ti suggeriamo una felpa monocromo con scritte e grafiche minimal, un jeans senza strappi che non sia a vita bassa e un paio di sneakers di fattura semplice, meglio se bianche o nere. È, questo, un dress code acqua e sapone che non ti procurerà fastidi nell’indossarlo, anzi sarà sopportabile per le diverse ore dell’appello, aiutandoti ad attenuare lo stress da esame.

Look n. 4

Il quarto look è perfetto per una lei che deve scegliere l’abbigliamento da esame orale. Durante un appello, infatti, può accadere che la tensione salga, causando sudorazione eccessiva, prurito o sensazione di calore improvviso. È la reazione allo stress del nostro corpo. Quindi, se rientri in questa categoria, ecco l’abbigliamento per un esame adatto: niente calzoni a vita o cavallo super bassi e braghe calanti, meglio un pantalone di cotone non aderente; una t-shirt a manica corta o lunga (oppure una felpa, dipende dalla stagione) traspirante, senza scritte eccessive o scollature poco in linea con la situazione; ai piedi uno stivaletto senza lacci di pelle scamosciata (meno rigido, quindi) oppure un paio di sneaker che abbiano un ottimo fattore di ammortizzazione. Infine, per unire praticità e sobrietà di look, può essere utile raccogliere i capelli in una coda o in uno chignon.

Look n. 5

Il quinto e ultimo look richiama alcuni dettami della moda anni ’60: per gli studenti di sesso maschile ecco allora un maglione con il collo a “v”, un jeans di tonalità scura e, ai piedi, un paio di chelsea boots, gli stivaletti senza lacci ormai indispensabili nel guardaroba maschile di oggi. Se porti i capelli lunghi ti consigliamo di pettinarli in maniera semplice, in modo che appaiano puliti, senza ricorrere a cere o gel; viceversa, se hai un taglio corto, utilizza una cera per capelli morbida, ma senza eccedere nell’uso.

Ora che abbiamo visto le 5 idee per  l’abbigliamento per un esame, è giunto il momento di mettere in pratica i nostri consigli. Prima di farlo, però, tieni a mente che questi suggerimenti non sono validi se devi discutere la Tesi di Laurea.

Se sei un laureando, infatti, il giorno della discussione dovrai optare per un outfit elegante: un vestito, blu o nero, una camicia bianca e una cravatta semplice (ma può andare bene anche uno spezzato, leggermente più informale).

La raccomandazione per le sessioni d’esame estive, invece, è quella di non presentarsi mai (e proprio mai) in canottiera, bermuda, sandali o infradito. Sarebbe una mancanza di rispetto per i professori e per l’intero ambiente universitario.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali