informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Caratteri tesi di laurea: come scegliere il giusto font

Commenti disabilitati su Caratteri tesi di laurea: come scegliere il giusto font Studiare a Livorno

Stai provando a districarti nei meandri dei font di Word al fine di selezionare i caratteri per una tesi di laurea perfetta dal punto di vista della leggibilità e dell’aspetto stilistico/estetico?

Rilassati, perché con questo articolo penseremo noi ad agevolarti il lavoro e a fornirti tutti i suggerimenti del caso per effettuare la scelta giusta.

Il titolo è incentrato sui caratteri per la tesi di laurea, ma dal momento che per rendere perfetto un elaborato dal punto di vista grafico non basta scegliere il font giusto, noi dell’Università Telematica Niccolò Cusano di Livorno abbiamo deciso di realizzare una piccola guida sull’impostazione stilistica e grafica dell’elaborato. In particolare abbiamo ampliato il post con una serie di suggerimenti per rendere l’impaginazione professionale, gradevole e ben curata.

Il font

Al contrario di quello che in molti potrebbero pensare, la scelta del font è un dettaglio importante, che non può essere lasciato al caso e che non può neanche essere affidato al proprio gusto personale.

Al di là del buon senso, che rappresenta sempre un ottimo parametro da cui partire, è preferibile  informarsi presso la facoltà dell’eventuale esistenza di un vademecum, che generalmente viene realizzato appositamente per guidare l’impostazione della tesi e per limitare l’eccessiva fantasia/personalizzazione degli studenti.

Se esiste uno modello di riferimento raccomandato dai docenti tutto è più semplice; è sufficiente a quel punto seguire le indicazioni riportate nella ‘guida’ e il gioco è fatto.

Diversa la situazione se invece sei tu a dover impostare i criteri di impaginazione e di layout.

In tal caso bisogna fare attenzione a non concedersi troppe libertà; la personalizzazione può anche andar bene, a patto che segua alcuni standard generali caldamente consigliati.

Innanzitutto bisogna fare una distinzione in base alla modalità in cui la tesi sarà presentata.

Per i formati cartacei, ovvero per gli elaborati destinati alla stampa, il carattere ideale è il Times New Roman; le grazie, oltre ad agevolare notevolmente la lettura dei testi lunghi, donano un tocco di eleganza all’intero lavoro.
E’ altrettanto consigliato il Palatino.

Al contrario, per i lavori presentati in formato digitale il consiglio è di utilizzare un font senza grazie; in tal caso i caratteri per una tesi di laurea più idonei sono l’Arial, il Calibri o il Thaoma; questo perché i pixel dello schermo, soprattutto di quelli a bassa risoluzione, mal si adeguano ai contorni morbidi.

Una piccola precisazione per chi non conosce le ‘grazie’: si tratta, in parole semplici, di quella sorta di allungamento presente alla fine di ogni lettera.

Così come ti abbiamo indicato i caratteri di scrittura adatti per una tesi di laurea ci teniamo a segnalarti quelli che invece andrebbero banditi.
In generale sono da evitare i font poco professionali come ad esempio il Comic Sans.

La dimensione

Dopo aver scelto il font bisogna stabilire la dimensione; anche la grandezza del carattere è importante ai fini di una buona leggibilità e di un layout esteticamente gradevole.

Le regole da seguire in tal senso prevedono parametri differenti per ogni sezione della tesi.

Titolo

Per i titoli dei paragrafi la dimensione giusta è 16pt mentre per i sottotitoli è consigliabile impostare una grandezza leggermente inferiore; in tal senso il parametro massimo da considerare è pari a 14pt.

Corpo centrale

Per il corpo centrale la dimensione ideale è 12pt.

Sappiamo bene che qualcuno tende a fare il ‘furbetto’, e ad ingrandire il carattere per aumentare il numero delle pagine, così da fornire al docente, o forse sarebbe più corretto dire ‘a sé stessi’, l’illusione di un lavoro più lungo e approfondito.

Si tratta di uno stratagemma che generalmente non porta benefici, per cui cerca di non barare; e comunque ricorda che la quantità non sempre è sinonimo di qualità.

Se hai fatto un buon lavoro il professore se ne accorgerà, a prescindere dal numero di pagine.

Note

Per le note a pie’ di pagina la dimensione giusta potrebbe essere identificabile in 10pt.

dedica tesi

I margini

Attenzione a questo dettaglio; si tratta di un parametro che più di qualunque altro influisce su una corretta impaginazione della tesi.

Le linee guida in tal senso sono le seguenti:

  • margine superiore = 3 cm
  • margine inferiore = 3 cm
  • margine destro = 3/4 cm
  • margine sinistro = 3/4 cm

Ti consigliamo di impostare i margini all’inizio della stesura dell’elaborato; farlo alla fine significherebbe imbattersi in situazioni di impaginazione complesse, in cui buona parte del lavoro risulterebbe sconvolto dalla nuova impostazione.
Risistemare il tutto, soprattutto nelle pagine in cui sono presenti immagini, grafici e tabelle, diventerebbe un lavoro lungo e impegnativo.

L’interlinea

Sappiamo tutti che l’interlinea è lo spazio presente tra una riga e l’altra.

Può sembrare un dettaglio banale e superfluo, da lasciare al caso o alle impostazioni predefinite del foglio Word; in realtà la scelta dell’interlinea è fondamentale, e non è affatto semplice come potrebbe sembrare.

Un’interlinea troppo alta potrebbe rendere dispersivo il testo e allo stesso tempo meno scorrevole la lettura. Al contrario però, un interlinea troppo piccola potrebbe appesantire il layout e ugualmente rendere difficile la lettura.

Il segreto è scegliere la dimensione giusta che dia aria al testo.

L’interlinea ideale per una tesi di laurea è pari a 1,5; il consiglio è di non superare mai la misura 2.

Giustificazione

Per rendere gradevole un testo, di qualsiasi elaborato si tratti, è necessario giustificarlo.

Tutto deve essere giustificato: il testo, le note, la bibliografia e perfino la dedica della tesi.

L’unico elemento che resta escluso dalla giustificazione è il titolo.

Discorso a parte per gli elenchi puntati; generalmente è preferibile allinearli a sinistra.

Un ultimo consiglio per rendere ‘perfetto’ il lavoro: imposta un rientro ad ogni primo rigo di un paragrafo. Il risultato è davvero incredibile!

Altri consigli

Quella del font è una scelta importante, per la leggibilità e allo stesso tempo per rendere gradevole e professionale l’elaborato.

L’aspetto grafico/estetico è dato però da tantissimi altri piccoli elementi, dettagli a cui prestare attenzione per realizzare un lavoro perfetto; o quasi.

Ecco di seguito qualche piccolo, grande accorgimento che può fare la differenza:

  • Il titolo non prevede il punto;
  • Il grassetto si utilizza generalmente solo per il titolo;
  • I segni di punteggiatura (. , ; : ? !) sono sempre seguiti da uno spazio; gli stessi segni non sono mai preceduti da uno spazio;
  • Le parentesi aperte e le virgolette vanno precedute da uno spazio; gli stessi segni in chiusura sono seguite da uno spazio:
  • Il sottolineato va evitato;
  • Per mettere in evidenza alcune parole chiave nel corpo del testo viene preferibilmente utilizzato il corsivo.

Un ultimo suggerimento che risponde al quesito di molti laureandi alle prese con l’impaginazione dell’elaborato, ovvero: come numerare le pagine di una tesi di laurea?

Premettiamo che ogni pagina deve essere numerata.
Per quanto riguarda l’allineamento la regola è la seguente: i numeri di ogni pagina devono essere allineati verso l’esterno, a destra nelle pagine dispari e a sinistra in quelle pari.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali