informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come gestire il colloquio di lavoro al telefono: 5 dritte utili

Commenti disabilitati su Come gestire il colloquio di lavoro al telefono: 5 dritte utili Studiare a Livorno

Sei stato contattato per un colloquio di lavoro al telefono ma non sai come gestire l’intervista per fare bella figura?

Al di là della gioia per l’opportunità ricevuta, se stai leggendo questo post significa che sei preoccupato per la modalità di selezione, insolita rispetto al tradizionale colloquio vis à vis.

Magari in un primo momento la conversazione telefonica può apparire meno formale e più semplice da gestire proprio perché non prevede il contatto visivo.
In effetti è vero soltanto il fatto che non ci si vede; per il resto, un’intervista telefonica è importante quanto un colloquio faccia a faccia.

Trattandosi del primo approccio con il recruiter è importante giocarsi al meglio tutte le carte per fare colpo e per indurlo ad approfondire la conoscenza attraverso un incontro di persona.

La prima impressione è quella decisiva per cui, prima di affrontare la conversazione ti suggeriamo di leggere questo post.

Nei paragrafi che seguono l’Università Telematica Niccolò Cusano di Livorno ti spiegherà alcuni accorgimenti da adottare per sostenere l’intervista telefonica nel migliore dei modi e per aumentare le probabilità di successo

Come affrontare una job interview telefonica: consigli utili

Prima di addentrarci nell’ambito di suggerimenti e dritte per sostenere un colloquio di lavoro al telefono è d’obbligo una premessa: in questo paragrafo non ti sveleremo la formula magica per essere assunto, ma più semplicemente ti daremo qualche consiglio utile per fare bella figura.

Per agevolarti la lettura abbiamo stilato un elenco, nel quale ogni punto affronta un aspetto della telefonata che potrebbe segnare una svolta nella tua carriera professionale.

1 – Dai disponibilità immediata, ma non concedere interviste improvvisate

Se ti senti tranquillo e preparato a rispondere alle domande, e sei nella condizione pratica di poter parlare al telefono in tranquillità e senza interruzioni per 15/20 minuti, ti suggeriamo di dare disponibilità immediata a sostenere l’intervista.

L’atteggiamento denota interesse e senso pratico.

In alcune circostanze ti suggeriamo invece di non concedere interviste improvvisate.

Per quanto potrebbe sembrare un controsenso rispetto a quanto appena affermato non è assolutamente così, e ti spieghiamo subito il perché.

Se ti trovi in un contesto rumoroso, se stai guidando e non hai la possibilità di fermarti, se ti trovi in una zona con scarsa copertura di segnale o se sei particolarmente agitato per l’inaspettato contatto, non è assolutamente il caso di sostenere un colloquio lavorativo.

Ringrazia per l’opportunità e richiedi un appuntamento ad un orario diverso, magari nel corso della stessa giornata.
Posticipare il colloquio telefonico ti permetterà di riordinare le idee e preparare un approfondimento sull’azienda che offre l’impiego.

2 – Informati sul selezionatore e sull’azienda

Nel momento in cui fissi un appuntamento per un contatto successivo cerca di carpire quante più informazioni possibili sul profilo che effettuerà la selezione; avrai così la possibilità di prevedere i quesiti più comuni che potrebbe porti.

Allo stesso modo devi cercare di approfondire, attraverso siti web e pagine social, l’attività dell’azienda e l’impostazione del business. In questo modo avrai la possibilità di inquadrare meglio la posizione per la quale ti stai candidando e quindi di mettere in luce competenze e requisiti personali che risultano in linea con le aspettative dell’azienda.

3 – Modula il tono della voce – Trasmetti entusiasmo e positività

Dal momento che la voce è l’unico elemento attraverso il quale il selezionatore ha la possibilità di carpire sfumature caratteriali, è importante modulare il tono della voce in maniera tale da ostentare sicurezza.

Evita silenzi e tentennamenti; cerca di parlare in modo chiaro, scandendo bene le parole e mantenendo un tono sufficientemente alto, energico e comprensibile.

Anche se si tratta di una conversazione telefonica, per cui priva di contatto visivo, è importante che l’interlocutore percepisca una personalità positiva.

Scegli una posizione nella quale ti senti a tuo agio, rilassato e tranquillo; sarebbe preferibile restare in piedi per aiutare la respirazione.
Assumere una postura composta, per quanto non visibile all’interlocutore, ti aiuterà a trasmettere professionalità.

4 – Preparati a rispondere alle domande comuni

Qualunque sia la tipologia di intervista lavorativa che ti prepari ad affrontare, colloquio telefonico, colloquio vis à vis, colloquio su Skype, colloquio motivazionale, colloquio conoscitivo o colloquio in  inglese, esistono alcune domande ‘tipiche’ per le quali dovresti prepararti in anticipo le risposte.

Stiamo parlando dei cosiddetti quesiti comuni, quelli che piacciono tanto ai selezionatori e che sono una costante delle job interview.
Eccoli raccolti nel seguente elenco:

  • Mi parli di lei / mi dica qualcosa di lei
  • Come è venuto a conoscenza di questa opportunità lavorativa?
  • Qual è il motivo per il quale ha lasciato il suo precedente impiego?
  • Da quando sarebbe disponibile ad iniziare a lavorare per la nostra ditta?
  • Ha qualche domanda?

colloquio telefonico

 5 – Termina la conversazione con professionalità

Esistono vari modi per chiudere il primo colloquio telefonico in maniera professionale.
Tra quelli che, a nostro avviso, esercitano un appeal maggiore sul recruiter c’è la modalità ‘domande’.

Al termine del colloquio è consigliabile fare al selezionatore qualche domanda in merito agli step successivi all’intervista.

Concludi salutando cordialmente e ringraziando per l’attenzione e per l’opportunità che ti è stata offerta. Il tutto mantenendo sempre un tono positivo.

Altri consigli

Prima di passare agli errori più comuni, ai quali prestare attenzione per evitare di compromettere l’esito del colloquio, ti forniremo nel corso di questo paragrafo qualche altro suggerimento che potrà aiutarti a sostenere la conversazione nel migliore dei modi.

Apriamo con un dettaglio apparentemente banale, la scelta della location.

Come accennato nel corso del precedente paragrafo la scelta del luogo nell’ambito del quale effettuare il colloquio, laddove è possibile scegliere, è di fondamentale importanza.

È consigliabile identificare un ambiente tranquillo, senza rumori di sottofondo o elementi di distrazione.

Un altro dettaglio a cui prestare attenzione è la documentazione inerente la candidatura.

Un colloquio brillante si basa anche sulla reattività delle risposte date dal candidato e sulla capacità di sostenere la conversazione quando si fa riferimento all’azienda e al ruolo vacante in essa.

Ecco perché ti suggeriamo di tenere a portata di mano tutti i documenti che possono risultarti utili durante l’intervista come ad esempio e-mail, lettera di presentazione, curriculum e appunti vari sull’azienda.

Munisciti anche di carta e penna per prendere eventuali note in merito a punti da approfondire o da riprendere in un eventuale successivo contatto/incontro.

L’ultimo dei nostri suggerimenti riguarda l’ascolto attento del selezionatore; durante la conversazione ascolta attentamente ciò che dice e ricordati di farlo parlare senza interromperlo.

È importante instaurare un dialogo nell’ambito del quale oltre a rispondere alle domande tu riesca anche a chiarire eventuali punti pochi chiari.

Gli errori da evitare

Quando rispondi al telefono e capisci che si tratta di un contatto per un colloquio di lavoro, per il quale non ricordi esattamente la posizione per la quale ti sei candidato, cerca di evitare frasi del tipo ‘mi perdoni ma non ricordo, di cosa si tratta?’

Un altro errore che spesso commettiamo è quello di affrontare la conversazione senza disattivare i suoni delle notifiche sul telefono.
In linea generale sarebbe preferibile sostenere il colloquio utilizzando un telefono fisso, che tra l’altro elimina il rischio di scarso segnale, ma se proprio non è possibile evita almeno che l’arrivo di sms, email e notifiche social distraggano e infastidiscano sia te che il tuo interlocutore.

Durante la conversazione evita di rispondere con ‘beh’, ‘ehm’ e con tutti i vari monosillabi che indicano insicurezza.
Allo stesso modo dovresti evitare di aprire le frasi con un avvilente ‘niente’ o peggio ancora con un deprimente ‘non saprei’.

 

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali