informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come rispondere ad un annuncio di lavoro: i passaggi da seguire

Commenti disabilitati su Come rispondere ad un annuncio di lavoro: i passaggi da seguire Studiare a Livorno

Stai cercando lavoro ma, pur avendo inviato numerosi CV, non hai ancora ottenuto alcuna risposta? In questa mini guida dell’Università telematica Niccolò Cusano di Livorno ti daremo alcuni consigli su come rispondere ad un annuncio di lavoro.

Come si risponde ad un’offerta di lavoro in maniera adeguata? Come riuscire a farsi notare dall’azienda? Ti sveleremo i passaggi da seguire per riuscire ad ottenere un colloquio di lavoro.

Al giorno d’oggi il mercato del lavoro è piuttosto in crisi. Il livello di competizione è alto, l’offerta di impieghi, data la crisi, è invece ai minimi storici.

I responsabili della selezione del personale di grandi aziende e realtà professionali ricevono quotidianamente migliaia di CV. Farsi notare diventa, quindi, un’impresa assai ardua.

Ciò dipende anche dal fatto che, nella maggior parte dei casi, i recruiter dispongono di poco tempo per valutare le numerose candidature ed esaminare i curriculum degli aspiranti lavoratori.

È necessario, quindi, adottare una strategia adeguata nell’andare a rispondere ad un annuncio di lavoro, in modo da catturare l’attenzione degli esaminatori.

Sei sei davvero motivato a cogliere l’occasione giusta per dare una svolta alla tua carriera professionale, ti consigliamo di leggere questi consigli su come rispondere ad un annuncio di lavoro.

Come rispondere ad un annuncio di lavoro: consigli

Oggi le modalità di candidatura per una posizione lavorativa privilegiano ormai il digitale: si risponde ad un annuncio tramite mail, ci si candida anche attraverso Linkedin (il social del mondo del lavoro), si sostiene un colloquio di valutazione via Skype.

Ecco, allora, i passaggi da seguire per impressionare gli addetti alla selezione del personale:

Non candidarti se non sei il profilo richiesto

Innanzitutto, devi sapere che è fondamentale che vi sia un’elevata affinità tra la posizione lavorativa oggetto dell’annuncio e le skill del candidato.

Prima di rispondere ad un annuncio, quindi, valuta se sei il profilo ideale che l’azienda sta cercando. Non candidarti se la posizione lavorativa richiede qualche capacità che non hai.

Certo, se le abilità richieste sono più di una e ne possiedi la maggior parte, farai bene a candidarti. La crescita professionale passa anche attraverso corsi (magari promossi dall’azienda) che colmeranno le tue lacune.

Se ti stai chiedendo come mandare un curriculum nella maniera corretta, il primo errore che non devi commettere è quello di mentire sulle tue skill. Meglio passare ad un altro annuncio di lavoro piuttosto che millantare capacità che non si possiedono e che difficilmente si potranno ottenere in breve tempo.

Un atteggiamento onesto ti consentirà di evitare sia perdite di tempo che di fare brutte figure con i selezionatori aziendali.

Mail e curriculum brevi

Dal momento che si tratta di un primo contatto con l’azienda, è necessario che tu sia breve nella presentazione mail, descrivendo in poche righe esperienze di rilievo e abilità professionali. Per approfondire c’è sempre l’eventuale colloquio.

Devi riuscire a comunicare efficacemente al selezionatore delle risorse umane ciò che puoi fare per l’azienda in termini di valore aggiunto. In pratica, devi fare personal branding già a cominciare dalla risposta via mail all’offerta di lavoro.

Dovrai avere il dono della sintesi anche nel compilare il curriculum vitae. Una buona regola è quella di non superare le due pagine.

Cerca di inserire nel tuo CV solamente le esperienze professionali più qualificanti e i successi ottenuti nei lavori precedenti, oltre, naturalmente, al background formativo/universitario.

Usa una email professionale

Come rispondere ad un annuncio di lavoro nel modo giusto include anche l’utilizzo di indirizzo mail professionale. Evita assolutamente le mail personali o dai nickname assurdi (che potrebbero finire nello spam), .

Il consiglio è quello di utilizzare mail aventi come intestazione il tuo nome e cognome, possibilmente senza numeri e separati solo da un punto. Tra i servizi di posta elettronica più affidabili ti segnaliamo Gmail.

Lettera di presentazione

Se sei motivato a migliorare la tua posizione lavorativa o se necessiti di trovare in tempi stretti un’occupazione, aggiungere al CV una lettera di presentazione potrebbe essere una buona mossa.

Quando scrivi una lettera di presentazione, fai sempre attenzione a non inserire intestazioni troppo generiche. Farà sembrare la tua lettera un fac simile di altre.

Dimostra invece di aver fatto ricerca sull’azienda. Scopri, attraverso le sezioni contatto dei siti aziendali o su LinkedIn il cognome del responsabile delle risorse umane e indirizza la lettera di presentazione a lui/lei.

Se non riesci a trovare i suoi riferimenti, puoi telefonare all’azienda e dire che vorresti rispondere all’annuncio e farti dare l’email e il contatto del selezionatore.

Infine, una valida lettera di presentazione dovrebbe avere una lunghezza di testo compresa tra la mezza pagina e la pagina intera. Dovrà inoltre essere suddivisa in 3-4 paragrafi e menzionare i punti richiesti nell’annuncio di lavoro.

Ora che possiedi tutte le informazioni utili su come rispondere ad un annuncio di lavoro e mandare un curriculum nel modo corretto, non ti resta che metterti all’opera!

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali