informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Composizione dell’aria: quello che c’è da sapere

Commenti disabilitati su Composizione dell’aria: quello che c’è da sapere Studiare a Livorno

Vuoi conoscere la composizione dell’aria ma ti sei perso tra termini e formule incomprensibili?

Se la tua ricerca è dettata da esigenze di studio o se vuoi semplicemente soddisfare una curiosità, questa pagina fa al caso tuo.

Che tu sia uno studente universitario iscritto ad uno degli indirizzi ingegneristici o un semplice curioso desideroso di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze ‘chimiche’ ti suggeriamo di continuare a leggere; l’Università Telematica Niccolò Cusano di Livorno ha realizzato una breve guida che spiega in maniera chiara e semplice la composizione dell’aria.

Da cosa è composta l’aria

Prima di analizzare nel dettaglio la composizione dell’aria è d’obbligo capire di cosa stiamo parlando.

L’aria può essere definita come una miscela di gas che costituisce l’atmosfera terrestre; essa presenta le seguenti caratteristiche:

  • Inodore
  • Incolore (per piccoli spessori)
  • Insapore
  • trasparente

La composizione non è costante ma varia a seconda della quota e quindi della concentrazione di impurità e componenti secondari: all’aumentare dell’altezza, ad esempio, diminuiscono i gas pesanti e aumentano quelli più leggeri come l’elio.

La composizione varia anche in base all’umidità quindi può risultare diversa da un luogo a un altro.

Prendiamo in considerazione l’aria secca (o pura), ossia senza impurità e vapore acqueo, che si trova a livello del mare (bassa atmosfera); la composizione in tal caso risulta essere la seguente:

  • 78,084% di azoto (N2)
  • 20,9476% di ossigeno (O2)
  • 0,934% di argon (Ar)
  • 0,0314% di anidride carbonica
  • altri componenti in quantità minori: neon, elio, Krypton, Xenon, Idrogeno, Monossido di azoto, Ozono, Metano, Biossido di zolfo, Biossido di azoto, Ammoniaca, Monossido di carbonio, Iodio.

L’azoto e l’ossigeno sono quindi i due gas presenti in quantità maggiori mentre molti dei componenti presenti in quantità minori derivano dal suolo, dal mare e dalle attività industriali e ne rappresentano le impurità.

L’azoto è presente nell’aria sotto forma di molecole, ognuna delle quali è composta a sua volta da due atomi di azoto legati tra loro (N2).
Per la respirazione umana l’azoto non risulta essere fondamentale in quanto viene immesso nei polmoni insieme all’ossigeno ed espulso senza modifiche.
Risulta invece indispensabile per la produzione di proteine, costituenti essenziali per tutti gli esseri viventi.

L’ossigeno è presente nell’aria sotto forma di molecole, ognuna delle quali composte da due atomi legati tra loro (O2). A differenza dell’azoto risulta indispensabile per la respirazione e di conseguenza per la vita di ogni essere vivente presente sulla terra.
L’ossigeno e le sostanze assimilate attraverso il cibo vengono bruciati e trasformati in energia.

Pur essendo presente in quantità minime (appena lo 0,03%) anche l’anidride carbonica svolge un ruolo vitale; essa si combina con l’idrogeno dell’acqua provocando il processo fotosintetico il quale oltre a produrre le sostanze necessarie per la vita delle piante, e di tutti gli esseri viventi, libera nel contempo ossigeno.

Bisogna inoltre aggiungere che l’anidride carbonica, essendo trasparente ai raggi del sole ma in grado di assorbire la radiazione termica emessa dalla superficie terrestre, evita la dispersione di energia e regola la temperatura della Terra.

Peso molecolare

Il peso molecolare di una qualsiasi sostanza altro non è che il risultato dato dalla somma delle masse atomiche di tutti gli atomi componenti la molecola.

Nello specifico il peso molecolare dell’aria secca è dato dalla media pesata dei gas presenti in misura maggiore (azoto, ossigeno e argon).

Ecco di seguito la formula per il calcolo:

N2 (78%) + O2 (21%) + Ar (1%) = 21,84 + 6,72 + 0,40 = 28,96 g/mol

Massa molecolare e peso molecolare sono numericamente equivalenti; ciò che cambia è l’unità di misura, che per il primo dato è g/mol mentre per il secondo è PM.

peso molecolare aria

Densità

La densità dell’aria è data dal rapporto tra la massa, l’aria e il volume che essa occupa.

Per quanto riguarda l’aria secca il valore stimato è pari a 1,225 kg/m³; le condizioni per le quali il parametro risulta esatto sono: assenza di umidità, temperatura di 15°, livello del mare, pressione pari a 1 atmosfera.

È facile dedurre a questo punto che il valore della densità dell’aria dipende da 3 fattori: temperatura, pressione e umidità.

Ad esempio, quando la pressione diminuisce cala anche la densità dell’aria; quando la temperatura e l’umidità diminuiscono aumenta la densità dell’aria.

La densità è un valore fondamentale per la meteorologia: differenze di densità causano differenze di pressione dalle quali dipendono i venti e i loro spostamenti.

Calore specifico

Nel corso di questo post abbiamo più volte parlato di aria secca, ossia di aria priva di impurità e di vapore acqueo.

La concentrazione di vapore acqueo nell’aria può variare dallo 0 al 4%; più nel dettaglio la concentrazione aumenta man mano che ci si avvicina alla superficie terrestre mentre è quasi assente oltre i 10 Km di quota.

L’aria che respiriamo contiene quantità variabili di vapore acqueo e di impurità: il primo elemento proviene dall’evaporazione di mari, fiumi, laghi e dalle varie attività umane; il secondo elemento deriva essenzialmente dalle attività umane.

La premessa è d’obbligo per definire il concetto.
Il calore specifico dell’aria indica la quantità di calore necessaria a un Kg d’aria per subire una variazione di temperatura pari a un’unità kelvin.

Il valore in analisi dipende dalla temperatura della massa d’aria, dalle pressione dell’ambiente circostante e dal tasso di umidità.

Il calore specifico può essere espresso sia in J/(g x °C) e sia in cal/(g x °C).

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali